Feildingarchive

Feildingarchive

Scarico fumi a parete condominio

Posted on Author Gozragore Posted in Rete

Lo scarico a parete con caldaia a condensazione è possibile, nel rispetto della Lo scarico a parete in condominio, con riscaldamento autonomo, non è fumaria a tetto, lo scarico dei fumi a parete è una soluzione possibile. Distanze minime scarichi a parete dei fumi della caldaia da balconi e l'​assemblea di condominio non consenta di scaricare a parete i fumi. > a scaricare dei fumi di combustione di una caldaia a parete non è mai la scaricava in una canna fumaria collettiva ramificata condominiale;. Devo installare in un condominio una caldaia a condensazione: scaricare i fumi a parete è una cosa fattibile?” chiede un lettore di GT.

Nome: scarico fumi a parete condominio
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 51.62 MB

DPR n. Premesso che la norma UNI tratta apparecchi di potenza termica inferiore a 35 Kw e che la norma UNI prevede lo scarico in parete per apparecchi di potenza compresa tra 35 e 70 Kw, il richiamo della sola UNI nega la possibilità di poter installare a parete apparecchi con potenza maggiore di 35 Kw.

Gli impianti termici installati successivamente al 31 agosto devono essere collegati ad appositi camini, canne fumarie o sistemi di evacuazione dei prodotti della combustione, con sbocco sopra il tetto dell'edificio alla quota prescritta dalla regolamentazione tecnica vigente. E' possibile derogare a quanto stabilito dal comma 9 nei casi in cui: a si procede, anche nell'ambito di una riqualificazione energetica dell'impianto termico, alla sostituzione di generatori di calore individuali che risultano installati in data antecedente a quella di cui al comma 9, con scarico a parete o in canna collettiva ramificata; b l'adempimento dell'obbligo di cui al comma 9 risulta incompatibile con norme di tutela degli edifici oggetto dell'intervento, adottate a livello nazionale, regionale o comunale; c il progettista attesta e assevera l'impossibilita' tecnica a realizzare lo sbocco sopra il colmo del tetto.

Per accedere alle deroghe previste al comma 9-bis, e' obbligatorio: i. I comuni adeguano i propri regolamenti alle disposizioni di cui ai commi 9, 9-bis e 9-ter.

Distinti saluti. In considerazione delle seguenti circostanze: a trattasi di caldaia a compensazione di ultima generazione; b ci troviamo in pieno centro storico; c il progettista, prima dell'installazione della caldaia, potrà certificare ed asseverare l'impossibilità tecnica a realizzare lo sbocco sopra il colmo del tetto; Confermo che sarà possibile montare la canna fumaria a parete in questa vanella! La norma di riferimento è l'articolo 34 comma 53 del decreto-legge 18 ottobre , n.

Esperto Casa

La recente normativa prevede che lo scarico fumi, ovvero l'installazione della canna fumaria, non sia più a parete, prevedendo una sola eccezione nei confronti dell'installazione di impianti di riscaldamento ad alta efficienza energetica, come la tipologia di caldaia a condensazione L'articolo 5, comma 9, del decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto , n.

La norma riconosce, in questo caso, la possibilità di porre lo scarico della caldaia nella vanella interna al fabbricato condominiale, tuttavia occorre rispettare le distanze minime di cui alla norma UNI in questo caso quindi, lo scarico all'interno della vanella deve essere posizionato almeno 60 centimetri sotto la finestra e ad almeno 40 centimetri, se adiacente ad una finestra.

Ti ricordo infine che, secondo la sentenza n. Resto a disposizione per tutti i chiarimenti del caso. Lo scarico a parete in condominio, con riscaldamento autonomo, non è consentito se non viene rispettato quanto previsto dai decreti: Regolamento comunale Successivo decreto del che da ai comuni specifiche indicazioni 3.

L'asseverazione del tecnico deve fare riferimento a tutte le normative e i regolamenti vigenti. Se lo dice la Legge, è possibile farlo La legge nazionale obbliga i Comuni ad adeguare i propri regolamenti alle disposizioni vigenti.

Qualora incorrano e vengano rispettate tutte le condizioni indicate dal D. Sempre fatto salvo il rispetto della norma UNI , che stabilisce le distanze da mantenere nel posizionamento del terminale di scarico. Perché non Scegliere la Pompa di Calore?

Molto spesso fare affidamento unicamente alle deroghe sulle regolamentazioni e sulle normative non porta a benefici certi, ma è paragonabile a un "autogol" personale e nei confronti dei propri vicini. Proprio per questo possiamo adottare varie soluzioni in alternativa allo scarico a parete.

Una di queste è la scelta di installare una pompa di calore, che, essendo classificata come elettrodomestico, non presenta limiti di montaggio o impossibilità tecniche legate a questa normativa.


Ultimi articoli