Feildingarchive

Feildingarchive

Circuiti rc carica scarica

Posted on Author Mizuru Posted in Internet

  1. Transitori di accensione : esercizi risolti
  2. Che cos'è un circuito RC?
  3. Carica e scarica di circuiti RC

Circuiti RC. Carica e scarica del condensatore (solo le formule). Consideriamo un condensatore di capacit`a C collegato in serie ad una resistenza di valore R. I . q(t) = Q(1-e^(-frac(t)(RC))). dove Q indica la carica massima raggiunta, R la resistenza elettrica del circuito, e C la capacità del condensatore. Spiegazione relativa ai circuiti elettronici del primo ordine e al comportamento delle resistenze nel caso della carica e della scarica degli stessi. appunti di. Fisicamente la quantità di carica Q contenuta nel chiuso il condensatore scarica la carica dentro il circuito e si crea.

Nome: circuiti rc carica scarica
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza: Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 19.59 Megabytes

Se un condensatore viene collegato con una batteria attraverso fili ideali con resistenza nulla, il condensatore si carica immediatamente, cioè in un tempo zero. Si consideri il seguente circuito:.

Si supponga inizialmente scarico il condensatore e il deviatore in posizione B, come in figura. Nel circuito evidentemente non circola corrente e le tensioni su R e su C sono nulle.

Supponiamo ora di chiudere il deviatore in A. A questo punto il condensatore C è collegato alla batteria E attraverso la resistenza R: nel circuito passa corrente e dunque il condensatore si carica. La carica termina quando la tensione su C raggiunge quella della batteria E: a questo punto il condensatore è completamente carico e nel circuito non passa più corrente.

Transitori di accensione : esercizi risolti

In questo caso avviene il processo inverso, chiamato scarica, e infatti anche il verso della corrente, indicato dalla freccia rossa è cambiato. Questo processo termina quando il condensatore ritorna al suo stato iniziale, cioè con carica e differenza di potenziale tra le armature nulle.

La descrizione appena fornita sul funzionamento dei circuiti RC permette di comprendere che per la loro particolarità, questi particolari tipi di circuiti possono essere utilizzati per svariati scopi.

Un esempio molto comune di uso di circuiti RC è quello dei flash nelle macchine fotografiche: in questo caso, un condensatore viene caricato per mezzo di una resistenza, quando il processo di carica termina, il flash è pronto. Quando poi viene scattata la fotografia, avviene il processo di scarica: il condensatore si scarica velocemente sulla resistenza della lampadina che emette luce.

Un circuito RC è un circuito elettrico del primo ordine basato su una resistenza e sulla presenza di un elemento dinamico, il condensatore. In regime di tensione o di corrente variabile, ad esempio in regime alternato, a seconda di come sono disposti i due componenti del circuito RC, esso è in grado di filtrare le frequenze basse, ed in tal caso prende il nome di filtro passa basso , oppure quelle alte, ed in tal caso si dice filtro passa alto , realizzando un filtro del primo ordine.

Se considerato come cella elementare, esso è in grado di comporre filtri del secondo ordine e via dicendo come il filtro doppio passa basso ed il filtro doppio passa alto. Per le sue caratteristiche questo circuito è basilare per funzioni quali la pulizia di un segnale e nei sintetizzatori. Inoltre esso costituisce anche un tipo di derivatore e di integratore elementare sotto certe condizioni.

Che cos'è un circuito RC?

Sfruttando il principio di carica e scarica del condensatore, questa configurazione trova utilizzo anche come oscillatore. In particolare è utilizzato per la generazione di segnali di clock , e se abbinato col Trigger di Schmitt permette di creare segnali digitali. Tuttavia, vista la variabilità dei comportamenti del condensatore in funzione delle condizioni ambientali, questa configurazione è utilizzata nelle applicazioni in cui la temporizzazione non necessita grande precisione.

Si chiama Circuito RC in evoluzione libera il circuito mostrato in figura composto da una resistenza e da un condensatore carico di capacità C. Evoluzione libera significa che il circuito non ha sorgenti esterne di tensione o di corrente , la corrente circolante è dovuta solo al movimento di cariche dovute all'energia immagazzinata nel condensatore e precedentemente fornita da una sorgente esterna. Applicando la legge di Kirchhoff delle tensioni, l'equazione del circuito è:.

La relazione caratteristica del condensatore è ben nota:.

Al momento in cui l'interruttore T viene chiuso il condensatore scarica la carica dentro il circuito e si crea un passaggio di corrente elettrica: tale corrente elettrica si dissipa completamente nella resistenza R secondo la legge di scarica di un condensatore. Il tempo caratteristico di questa caduta di corrente è proprio determinato dalla costante di tempo: essa è il valore dell'istante per il quale la corrente prende il valore di:.

Sostituendo la relazione caratteristica del condensatore, la precedente espressione diventa un' equazione differenziale non omogenea del primo ordine:. Dalla teoria delle equazioni differenziali la sua soluzione è:.

In particolare la risposta del circuito RC ad una tensione costante è composta di due parti: la prima è. Applicando un segnale periodico a gradino si ha un' onda quadra :. La risposta del circuito RC è:.

Vediamo come si comporta il circuito RC applicando un generatore di onda sinusoidale. In questo caso possiamo applicare la legge di Kirchhoff delle tensioni per il circuito:. La soluzione generale è data dalla somma della soluzione dell'omogenea associata:.

Carica e scarica di circuiti RC

Anche in questo caso abbiamo una risposta transitoria data dall'esponenziale, la quale in un primo tempo, prevale sulla risposta permanente, data da un'altra sinusoide. Nel circuito RC in questione l'andamento del modulo e della fase della funzione di rete è mostrato in figura. Il valore per il quale:.


Ultimi articoli