Feildingarchive

Feildingarchive

Scarica modello autocertificazione

Posted on Author Ter Posted in Grafica e design

Di essere a conoscenza delle misure di contenimento del contagio vigenti alla data odierna ed adottate ai sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legge 25 marzo Dal 18 maggio l'autocertificazione serve solo per spostarsi fuori dalla propria Regione (scarica qui il modello in pdf editabile). Se si vogliono. Sul sito del Viminale è disponibile il nuovo modello (SCARICA IL MODULO) di autodichiarazione per gli spostamenti utilizzabile dal 4 maggio. Potete scaricare al seguente link il nuovo modello di autocertificazione in pdf, da mostrare in caso di controlli a campione, per giustificare il.

Nome: scarica modello autocertificazione
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza: Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 33.79 Megabytes

Conclusione Autocertificazione fase 2 4 maggio Siamo entrati nella Fase 2, con il 4 maggio. I parenti sono le persone che discendono da un medesimo stipite art. Parimenti, il rapporto tra zii e nipoti si annovera tra i parenti in linea collaterale, segnatamente, di terzo grado mentre il rapporto di parentale tra cugini si classifica, pur sempre in linea collaterale, ma di quarto grado. Si tratta di indicare barrando con una x. Gli elementi di novità sono dati dal terzo, quarto e quinto punto in forza del Decreto Legge, di cui si accennerà per quanto qui di interesse, brevemente.

Quanto alle motivazioni, queste sono le stesse elencate nel modulo precedente, di cui si è già detto.

Dal 1986 il B2B magazine indipendente di turismo ed eventi

Quali altri spostamenti sono consentiti? Resta in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Quando ci si potrà spostare liberamente? A partire dal 3 giugno non ci saranno più limitazioni agli spostamenti sul territorio nazionale e in alcuni Paesi esteri.

Dopo aver fatto rientro è possibile spostarsi nuovamente al di fuori dalla regione solo se vi siano comprovate esigenze lavorative, assoluta urgenza o motivi di salute. Coronavirus, riapre Ciampino ma non Linate.

La Lega: inspiegabile Nel nuovo modulo il cittadino deve dichiarare di essere a conoscenza delle misure di contenimento del contagio vigenti, sia nazionali che regionali. Sono quindi riportati le quattro motivazioni che possono determinare lo spostamento: comprovate esigenze lavorative; assoluta urgenza; situazione di necessità; motivi di salute.

Resta comunque valida, per chi l'ha stampata, la vecchia versione. Basta barrare le parti non attuali che sono indicate sul modello presente sul sito del ministero.

La fase 2 è scattata e si chiariscono gli ultimi dettagli per la ripartenza. A giocare un ruolo chiave anche in questo nuovo scenario saranno comunque i controlli svolti dalle forze di polizia che a partire da oggi saranno rimodulati nel segno di una valutazione prudente ed equilibrata.

A tracciare la linea da seguire è la circolare inviata dal ministero dell'Interno ai prefetti che contiene le prescrizioni dettate nel decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 26 aprile scorso. Da oggi e per le prossime due settimane in sostanza i controlli assumono anche un nuovo compito: la tutela dei lavoratori che riprendono le loro attività, affinché questo avvenga in sicurezza.

Resta inteso che le forze di polizia potranno comunque richiedere la compilazione della nuova autocertificazione qualora lo ritenessero necessario riservandosi poi un controllo ex post delle dichiarazioni rilasciate.


Ultimi articoli