Feildingarchive

Feildingarchive

Scarica defibrillatore volt


  1. Defibrillatore Manuale - Cos'è e a cosa serve
  2. Cardioversione
  3. Albert Einstein

Ma, è facile trascurare l'importanza della corrente nella defibrillazione, perché le Un produttore può attribuire volt ad un'impostazione di J, mentre un altro può Durata ottimale delle scariche elettriche nella defibrillazione. La defibrillazione è una tecnica di tipo medico con la finalità, attraverso la somministrazione di in corrente alternata e necessitava l'utilizzo di un trasformatore per aumentare la tensione fino a volt. Durante la scarica elettrica (elettroshock) il sistema di conduzione del cuore viene ripolarizzato in toto, così che si. Il defibrillatore è un dispositivo in grado di erogare al paziente una scarica ed a raddrizzare la corrente portandola da VHz a volt in continua. Defibrillatore: voltaggi ed energia di scarica è generalmente alimentato da una batteria ricaricabile, a rete o a corrente continua a 12 Volt.

Nome: scarica defibrillatore volt
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 49.20 Megabytes

Spesso, nei corsi di BLSD basic life support and defibrillation , enfatizziamo molto la sicurezza della scena durante la scarica di un defibrillatore, spesso con esempi apocalittici di distruzione dell'intera razza umana o rottura del continuum spazio-temporale nel caso qualcuno tocchi il paziente durante la scarica del DAE.

Ma è proprio cosi? É veramente cosi pericoloso toccare un paziente durante la scarica di un defibrillatore? Per scoprirlo, non possiamo fidarci del sentito dire, del cugggino che aveva un'amica il cui fidanzato faceva il volontario in CRI e una volta ha sentito parlare di Partiamo quindi dal , dallo studio retrospettivo effettuato da Gibbs, Eisemberg dal titolo "Dangers of defibrillation: injuries to emergency personell during patient resuscitation" pubblicato su American Journal of Emergency Medicine.

In questo studio vengono analizzati alcuni problemi evidenziati durante la rianimazione cardiopolmonare tra il personale pre-ospedaliero dello stato di Washington nei 10 anni precedenti.

Spesso, nei corsi di BLSD basic life support and defibrillation , enfatizziamo molto la sicurezza della scena durante la scarica di un defibrillatore, spesso con esempi apocalittici di distruzione dell'intera razza umana o rottura del continuum spazio-temporale nel caso qualcuno tocchi il paziente durante la scarica del DAE.

Ma è proprio cosi? É veramente cosi pericoloso toccare un paziente durante la scarica di un defibrillatore? Per scoprirlo, non possiamo fidarci del sentito dire, del cugggino che aveva un'amica il cui fidanzato faceva il volontario in CRI e una volta ha sentito parlare di Partiamo quindi dal , dallo studio retrospettivo effettuato da Gibbs, Eisemberg dal titolo "Dangers of defibrillation: injuries to emergency personell during patient resuscitation" pubblicato su American Journal of Emergency Medicine.

In questo studio vengono analizzati alcuni problemi evidenziati durante la rianimazione cardiopolmonare tra il personale pre-ospedaliero dello stato di Washington nei 10 anni precedenti.

In particolare vengono riportati otto casi dove vi è stato contatto tra il paziente e un operatore durante la scarica del DAE. Caso n. Alla scarica del defibrillatore l'operatore riceveva, per intero, la scarica e perdeva conoscenza per un paio di minuti. E' stato necessario ospedalizzare l'operatore che è stato quindi tenuto sotto osservazione per tre giorni e trattato con lidocaina per delle contrazioni ventricolari premature.

L'operatore ha riferito formicolio al braccio per 30 minuti. Lieve indolenzimento del braccio. L'operatore è stato sbalzato dalla scarica ma non ha riportato nessun problema successivo.

Defibrillatore Manuale - Cos'è e a cosa serve

L'operatore ha riferito la sensazione di una lieve scossa alla gamba. L'operatore ha riferito la sensazione di una lieve scossa sui polpastrelli.

L'operatore è stato letargico per diversi minuti riprendendosi poi completamente. L'operatore ha riferito di aver sentito una scossa alla gamba.

Gibbs e Eisemberg analizzano poi altri 13 casi accaduti tra il e il riportati alla Food and Drug Administration con problematiche riconducibili a. In ognuno di questi casi non ci sono state conseguenze tranne nei casi di placche sovrapposte dove i pazienti e qualche volta gli operatori hanno subito delle ustioni dovute alla combustione delle placche, del gel o causate dall'arco elettrico prodotto dalla scarica.

Un ultimo caso trattato riporta quello di un istruttore che, durante una lezione di ALS advanced life support , per gioco si è piazzato le piastre di un defibrillatore sulle tempie e, senza accorgersi che il defibrillatore fosse carico, ha premuto il pulsante di scarica. L'operatore è stato sbalzato a terra ed è rimasto incosciente per 5 minuti e per le successive 36 ore è risultato letargico.

Cardioversione

L'operatore ha conseguito una amnesia retrograda e una ustione di secondo grado sulla faccia. Ma anche in questo caso "estremo" la ripresa è stata completa e non ci sono state conseguenze future. Lo studio del chiude quindi con la necessità di aumentare la formazione degli operatori sulle procedure di sicurezza della scena e sull'assicurarsi che effettivamente nessuno stia toccando il paziente perchè se anche è vero che nei casi identificati, le conseguenze sono state minime, la sicurezza degli operatori resta di primaria importanza per una corretta rianimazione cardiopolmonare.

Ma veniamo ai giorni nostri. Come vedere che succede, in un ambiente controllato, se io tocco il paziente mentre un defibrillatore sta scaricando? Questo rapporto è noto come legge di Ohm.

E 'anche importante fare la distinzione tra due diversi tipi di corrente: corrente media e corrente di picco. La corrente di picco è la quantità massima di corrente erogata da uno shock.

La corrente media è la quantità media di corrente erogata per tutta la durata dello shock.

Albert Einstein

Quando si eroga uno shock di defibrillazione,l'obiettivo è quello di fornire la giusta quantità di corrente media, riducendo al minimo la corrente di picco. Per ulteriori informazioni sui vantaggi esclusivi della forma d'onda rettilinea bifasica di ZOLL è possibile consultare:.

Tecnologia bifasica - Elettricità Principi di elettricità E 'stato chiaramente provato: è la corrente che defibrilla il cuore.


Ultimi articoli