Feildingarchive

Feildingarchive

Registro carico scarico animali da compagnia


Dettagli. Registro di carico e scarico per vendita animali affezione · Scarica. Dettagli Scarica. Dettagli. Segnalazione lesioni all'uomo da aggressioni animali. Tutti i proprietari, allevatori e/o detentori di animali da cortile, sono obbligati a effettuare l'iscrizione all'anagrafe degli allevamenti e a compilare. Ai fini del presente regolamento, si intende per: a) animali di affezione: ogni animale tenuto movimenti a carattere commerciale di animali da compagnia; b) detentore: ogni soggetto La tenuta del registro di carico e scarico ai sensi dell'​art. Gli allevatori hanno l'obbligo di tenere un apposito registro di carico e scarico, vidimato dalla competente ASL, degli animali riportante: stato segnaletico.

Nome: registro carico scarico animali da compagnia
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza: Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 67.15 MB

Cosa si intende per: animale da compagnia: ogni animale tenuto, o destinato ad essere tenuto, dall'uomo, per compagnia o affezione senza fini produttivi od alimentari, compresi quelli che svolgono attività utili all'uomo, come il cane per disabili, gli animali da pet-therapy, da riabilitazione, e impiegati nella pubblicità. Gli animali selvatici non sono considerati animali da compagnia; allevamento di cani e gatti per attività commerciali: la detenzione di cani e di gatti, anche a fini commerciali, in numero pari o superiore a 5 fattrici o 30 cuccioli per anno; commercio di animali da compagnia: qualsiasi attività economica quale, ad esempio, i negozi di vendita di animali, le pensioni per animali, le attività di toelettatura e di addestramento; animali esotici: tutte le specie facenti parte della Fauna selvatica esotica, viventi stabilmente o temporaneamente in stato di naturale libertà nei territori dei Paesi di origine e dei quali non esistono popolazioni sul territorio Nazionale.

I canili con più di 20 cani devono distare 20 mt. Deve avere una tettoia di protezione anche parziale, con possibilità di accesso del personale incaricato. Deve essere separato dai box contigui, avere pareti in continuo o con rete metallica fissata sul pavimento o su cordolo perimetrale in muratura.

Le spese di custodia e delle eventuali cure effettuate all'animale sono a carico del proprietario, qualora sia accertata la fondatezza della contestazione. Il provvedimento viene revocato e l'animale viene restituito, qualora si riveli l'infondatezza della contestazione o qualora vengano comunque date assicurazioni di buon trattamento, nel rispetto delle finalita' della presente legge, a condizione che non ricorrano ipotesi di recidiva specifica.

Il trasporto degli animali da affezione, da chiunque sia effettuato e per qualunque motivo, deve avvenire in modo adeguato alla specie, con esclusione di ogni sofferenza.

Tale norma si applica a tutte le fasi del trasporto, comprese quelle di eventuale sosta o stazionamento. Le modalita' di trasporto devono essere tali da proteggere gli animali da intemperie o lesioni e consentire altresi' l'ispezione e la cura degli stessi. La ventilazione, la temperatura e la cubatura devono essere adeguate alle condizioni di trasporto ed alle specie animali trasportate.

Tipologie procedimento Sanità Animale "A"

Il trasporto degli animali d'affezione per scopi commerciali e' disciplinato dal Regolamento CE n. La Regione promuove, con la collaborazione delle Province, dei Comuni, dei Servizi veterinari delle A. La Regione altresi' istituisce, in collaborazione con Province, Associazioni animaliste ed Ordini professionali dei medici veterinari, Istituto Zooprofilattico sperimentale dell'Abruzzo e del Molise e la Facolta' di Medicina Veterinaria dell'Universita' degli studi di Teramo, corsi di formazione e di aggiornamento per guardie zoofile, personale addetto alle strutture di ricovero e operatori commerciali del settore e di riqualificazione professionale del personale dei Servizi veterinari delle A.

La Regione finanzia, altresi', progetti specifici tesi a pubblicizzare e a propagandare i contenuti della presente legge.

E' istituito presso il Servizio veterinario della Regione Abruzzo un Albo regionale al quale possono essere iscritte le Associazioni per la protezione degli animali, costituite per atto pubblico ed operanti nella Regione, che ne facciano richiesta. E' comunque vietato vendere o concedere a qualsiasi titolo animali da compagnia a minori di sedici anni senza il consenso espresso del genitore o di altre persone che esercitino la responsabilità parentale.

Requisiti del richiedente: Il richiedente deve essere iscritto al Registro delle Imprese tenuto dalla Camera di Commercio e deve essere in possesso dei requisiti morali da autocertificare al momento della presentazione della DIA, e in particolare non sussistenza di cause ostative ai sensi dell'art.

Il Responsabile dell'assistenza degli animali, avente sede lavorativa stabile presso i locali oggetto della richiesta di autorizzazione, deve essere in possesso di una qualificata formazione professionale sul benessere animale, ottenuta tramite la partecipazione ad un corso di formazione professionale riconosciuto dalle Province dell'Emilia Romagna.

Il titolare di attività in caso di vendita, di pensione e di addestramento per cani, gatti e furetti, deve tenere e aggiornare un registro di carico e scarico in cui figuri anche l'annotazione della loro provenienza e destinazione.

I locali devono essere in possesso dei requisiti per il rilascio del certificato di conformità edilizia ed agibilità.

Devono essere rispettati i requisiti minimi stabiliti dalla legislazione regionale atti a garantire che i locali, le gabbie, le attrezzature e le condizioni ambientali e climatiche delle strutture siano adeguate per garantire il benessere psicofisico dell'animale. Modalità di richiesta: L'istanza va formulata come dichiarazione di inizio attività da presentare al Suap del Comune dove si intende svolgere l'attività.

Tu sei qui

Alla dichiarazione di inizio attività dovrà essere allegato, il parere preventivo dell'Azienda USL, la planimetria e l'attestato di formazione necessario, la relazione tecnica specifica della struttura da attivare. Modalità di erogazione: L'apertura di attività economiche riguardanti gli animali da compagnia, fatti salvi i divieti fissati dalle norme CITES per il commercio e l'allevamento di animali esotici, è subordinata alla presentazione di dichiarazione di inizio attività al Suap.

Tale dichiarazione consente l'immediato inizio dell'attività deve essere corredata della documentazione indicante la tipologia dell'attività svolta, le specie che possono essere ospitate presso la struttura, nonché il nome della persona responsabile dell'assistenza degli animali, in possesso di una qualificata formazione professionale sul benessere animale, ottenuta mediante la partecipazione a corsi di formazione.


Ultimi articoli