Feildingarchive

Feildingarchive

Impianto di scarico veicoli elettrici


  1. Emissioni non di scarico del traffico: un contributo importante all’inquinamento atmosferico
  2. L’importanza delle emissioni non di scarico
  3. Ulteriori informazioni

[_09] L'impianto di scarico dei veicoli elettrici necessita di manutenzione più frequente rispetto a quello dei veicoli con motore a scoppio. L'impianto di scarico dei veicoli elettrici necessita di manutenzione più frequente rispetto a quello dei veicoli con motore a scoppio, F. Fuori dei centri abitati. L'impianto di scarico ha lo scopo di ridurre la rumorosità e l'inquinamento atmosferico prodotti dai veicoli a motore. Esso, infatti, convoglia i gas di scarico verso l'. l'impianto di scarico dei veicoli elettrici necessita di manutenzione più frequente rispetto a quello dei veicoli con motore a scoppio - fuori dei centri abitati.

Nome: impianto di scarico veicoli elettrici
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 61.43 Megabytes

Queste quattro funzioni sono brevemente descritte di seguito. Funzione Start-Stop Se il veicolo si ferma, ad esempio a un semaforo o in colonna nel traffico, il motore a combustione interna si spegne. Se si aziona la frizione e si innesta la prima marcia, il motore a combustione interna si avvia automaticamente. Arresto del veicolo - il motore si spegne automaticamente. La frizione viene premuta, la marcia inserita — il motore si avvia automaticamente. Sistema di recupero dell'energia Il recupero è la tecnologia con cui viene recuperata parte dell'energia di frenata.

Poiché l'auto elettrica stessa non emette sostanze inquinanti durante il funzionamento, è classificata come veicolo senza emissioni.

Nei veicoli elettrici, le ruote sono azionate da motori elettrici. L'energia elettrica è immagazzinata in accumulatori sotto forma di una o più batterie di trazione o di alimentazione.

I motori elettrici a controllo elettronico sono in grado di erogare la coppia massima anche a treno fermo. A differenza dei motori a combustione interna, di solito non richiedono un cambio manuale e possono accelerare fortemente già a basse velocità.

I motori elettrici sono più silenziosi dei motori a benzina o diesel, quasi privi di vibrazioni e non emettono gas di scarico nocivi. Il risparmio di peso dovuto all'eliminazione dei vari componenti motore, cambio, serbatoio del motore a combustione interna è compensato dal peso relativamente elevato degli accumulatori.

I veicoli elettrici sono quindi generalmente più pesanti dei corrispondenti veicoli con motore a combustione interna. In passato, i veicoli elettrici avevano un corto raggio d'azione con una sola carica della batteria.

Emissioni non di scarico del traffico: un contributo importante all’inquinamento atmosferico

Al fine di aumentare ulteriormente la gamma dei veicoli elettrici, a volte vengono utilizzati dispositivi aggiuntivi di solito sotto forma di motore a combustione interna per generare elettricità. A tal fine occorre dotarsi di un sofisticato sistema di Thermo Management.

Impianto frigorifero o raffreddamento diretto della batteria Circuito frigorifero Il circuito dell'impianto frigorifero è costituito dai componenti principali: condensatore, evaporatore e unità batteria celle batteria, piastra di raffreddamento e riscaldatore elettrico ausiliario. Viene alimentato dal circuito frigorifero dell'impianto di climatizzazione e controllato separatamente tramite valvole e sensori di temperatura.

L’importanza delle emissioni non di scarico

La descrizione del funzionamento dei singoli componenti è riportata nella spiegazione del sistema di raffreddamento e refrigerazione b. Circuito di raffreddamento e refrigerazione o raffreddamento indiretto della batteria Circuito di raffreddamento e refrigerazione Più potenti sono le batterie, più è necessario che il circuito di raffreddamento e refrigerazione sia complesso.

L'intero sistema di raffreddamento è suddiviso in diversi circuiti, ciascuno con il proprio radiatore radiatore a bassa temperatura , pompa del refrigerante, termostato e valvola di intercettazione del liquido di raffreddamento. Il circuito frigorifero dell'impianto di climatizzazione è integrato anche attraverso uno speciale scambiatore di calore chiller. Un riscaldatore del liquido di raffreddamento ad alta tensione garantisce un sufficiente controllo della temperatura della batteria a basse temperature esterne.

Se le temperature sono troppo basse, il liquido di raffreddamento viene riscaldato da un riscaldatore ausiliario ad alta tensione. Quando invece le temperature sono troppo alte, il liquido viene raffreddato mediante un radiatore a bassa temperatura.

Ulteriori informazioni

Il refrigerante dell'impianto di climatizzazione che attraversa il chiller raffredda ulteriormente il liquido di raffreddamento circolante anch'esso attraverso il refrigeratore. L'intero ciclo di regolazione della temperatura avviene mediante l'ausilio di singoli termostati, sensori, pompe e valvole. Dabei unterteilt sich das gesamte Kühlsystem in mehrere Kreisläufe, welche hier genauer erklärt werden.

Scarica anche:IMPIANTO SCARICO AUTO

Si stanno moltiplicando le iniziative di ricerca, dimostrazione, incentivazione e diffusione sia in Italia che in Europa. Lo scenario conferma una previsione totale di circa 40 milioni di auto in circolazione, con una composizione di parco come nella figura seguente: un quarto del parco a benzina, un quarto circa ad alimentazione diesel, un decimo circa ad alimentazione gas, ed il resto suddiviso nelle diverse categorie di mobilità elettrica, pura o ibrida.

Con riferimento ai dati di uno dei veicoli monitorati, a titolo di esempio, e considerando la sola configurazione con frenata rigenerativa possibile grazie alla tecnologia elettrica , si ottiene, in assenza di ricarica diurna considerando solamente la ricarica notturna , una capacità della batteria di Milano - PM2.

La hosting capacity è il margine di carico elettrico che ogni tratto di rete rende disponibile per la ricarica dei veicoli elettrici senza che vengano superati i limiti di funzionamento cadute di tensione, corrente massima ammissibile ecc.

Questo è schematicamente rappresentato nella figura sottostante nella quale, a sinistra è raffigurata la struttura delle rete e, sulla destra, sono rappresentati i diagrammi di carico di utenza linee in azzurro — andamento letto dai contatori elettronici ed i margini in potenza aree in blu scuro , nelle diverse porzioni di rete cabina, dorsale, presa, Punto di Consegna - POD. Sono state inoltre condotte delle valutazioni più approfondite della reale capacità di una rete ad ospitare la mobilità elettrica.


Ultimi articoli